Powered by Blogger.

Farcela


Tutto quello che è successo in questo ultimo mese sembra avvenuto per caso. Dovevo decidere se restare o andare e per caso mi capita davanti agli occhi una serie di messaggi che come una freccia al neon indica la strada giusta. Poi sono venuta a sapere di questo corso per caso, per caso ho scelto la terza preferenza pensando che tanto mai avrei accettato anche qualora fossi entrata, per caso ho deciso di provare a fare il test di ammissione e il colloquio. E poi mi hanno presa, sono entrata, terza preferenza, ho accettato. Ora iniziano a muoversi tante cose perché se da una parte sto iniziando un nuovo percorso dall'altra sto chiudendo quello vecchio, quello universitario. 
Cerco di metterci tanta energia, di essere propositiva e positiva, cerco di cogliere le occasioni e di non farmi abbattere; ma la verità è che sono molto stanca, che sento di non farcela e che la cosa che ho più voglia di fare è gettare tutto alle ortiche. Mi sto facendo violenza per andare avanti. Dicono che non importa la meta, che bisogna godersi il viaggio, io ora come ora vorrei solo essere già arrivata.
Arranco ma ce la sto facendo, a modo mio, sicuramente non conformemente alla definizione corrente di "farcela"ma nel mio piccolo ce la sto facendo. E niente, lunedì vado a iscrivermi.

Nessun commento:

Posta un commento